img
Previdenza complementare  25 Set 2017


 Ho perso il lavoro e ho appena presentato domanda per ottenere la Naspi. In questo momento avrei bisogno di un po’ di liquidità, posso richiedere una quota del mio Fondo di Previdenza Complementare?

L’aderente ad un Fondo pensione Complementare dopo 8 anni di iscrizione alla Previdenza Complementare, può richiedere un’anticipazione fino al 30% della propria posizione, (per continuare "clicca" sul titolo) ...

img
Previdenza complementare  18 Maggio 2010
E’ un servizio di assistenza e consulenza per chi voglia costruirsi una seconda pensione, decidere la destinazione del proprio TFR, comprendere le regole della recente riforma in materia di previdenza complementare, conoscere il funzionamento e il rendimento dei fondi che da questa sono previsti e regolati. Insomma per chiunque – giovane o meno – abbia bisogno di una consulenza… libera da interessi di parte.

Il servizio nasce nel 2005, con l’obiettivo di proporsi come punto di riferimento per i tanti cittadini che attendevano il varo della nuova legislazione in materia previdenziale e chiedevano informazione, orientamento e consiglio sui provvedimenti in discussione, a partire dalla destinazione del TFR. L’esigenza di dare risposta e aprire spazi di incontro e confronto portò il Patronato ACLI a “scendere in piazza”. E’ legata infatti a questa fortemente avvertita esigenza la nascita dell’iniziativa “Diritti in piazza”, la campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione, per la prima volta realizzata nell’ottobre 2005 proprio sul tema della previdenza complementare. A precederla, il Patronato ACLI aveva posto in campo una vasta azione di formazione specialistica per tutti gli operatori, da allora periodicamente reiterata.


All’inizio del 2007, con l’entrata in vigore delle nuove norme che regolano la previdenza complementare, si è riacceso il confronto in tema di pensioni e politiche sociali, mentre, dal 1° gennaio, è cominciato il conto alla rovescia per la scelta di destinazione del TFR. Si trattava di questioni che riguardano tutti, non "solo" i milioni di cittadini che entro il 30 giugno erano chiamati scegliere la destinazione del loro TFR. Per noi, si trattava e si tratta di questioni alla base della nostra ragion d’essere, che si inscrivono nel contesto più ampio del pensiero e dell’azione sociale: dalla tutela dei diritti sociali e previdenziali allo sviluppo di un welfare solidaristico e ispirato a principi universalistici.

Per questo, il Patronato insieme a tutte le ACLI hanno lanciato – a partire dal febbraio 2007 e fino a tutto giugno - una "Campagna nazionale di informazione e confronto su politiche sociali, pensioni e TFR" su tutto il territorio nazionale, con l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero di lavoratori e cittadini nel dibattito in corso, aprire spazi di dibattito e di riflessione, dare vita ad incontri sociali a carattere formativo e informativo; chiamare le realtà territoriali e le parti sociali a confrontarsi con le proposte avanzate dalle Acli.

PER SAPERNE DI PIU’:

http://www.patronato.acli.it/interna.asp?idPag=9