Prestazioni a sostegno del reddito
LA NASPI PER GLI INSEGNANTI PRECARI: NOVITĄ 2021
img
 

LA NASPI PER GLI INSEGNANTI PRECARI: NOVITÀ 2021

Il 30 giugno terminerà questo tormentato anno scolastico e gli insegnati precari e i supplenti potranno presentare la domanda per la NASPI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego), l’indennità mensile di disoccupazione. Attenzione ai tempi per la presentazione delle domande!

Chi ha diritto alla NASPI?
Per poter fare la domanda di NASPI bisogna avere, contestualmente, i seguenti tre requisiti:
1. essere disoccupati all’atto della domanda
2. avere 13 settimane (cioè almeno tre mesi) anche non consecutive, di contributi versati nei 4 anni antecedenti alla domanda
3. Novità NASPI 2021: per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 non è necessario far valere l’ulteriore requisito delle 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.

Quando presentare la domanda?(per leggere tutto l’articolo clicca sul titolo)
La domanda di NASPI può essere presentata entro 68 giorni dalla fine del contratto.
Considerando che, di norma, i contratti scolastici terminano alla scadenza del 30 giugno, le domande possono essere presentate dal 1° luglio.
Attenzione, la prestazione economica decorre dal giorno successivo alla presentazione della domanda!
Se presentata entro 8 giorni dalla fine del contratto, cioè giovedì 8 luglio, decorrerà automaticamente dal 1° luglio. Comunque, presentando la domanda di Naspi oltre 8 giorni l’importo e la decorrenza non subiscono variazioni… l’indennità si riscuoterà solo più tardi.
La domanda deve essere presentata telematicamente sul sito dell’INPS dall’interessato con le proprie credenziali personali oppure, più semplicemente, anche tramite il Patronato ACLI.

Documenti da presentare
• documento d’identità e codice fiscale
• coordinate bancarie / postali (Codice IBAN)
• in caso di richiesta degli assegni per il nucleo familiare, sono necessari il CU e la dichiarazione dei redditi (modello 730/Unico) relativi all’anno 2020 dei componenti il nucleo familiare. Eventualmente la richiesta per gli ANF può essere presentata anche successivamente.

Importo e durata NASPI
L’indennità NASPI viene determinata sulla base della retribuzione percepita durante il rapporto di lavoro e viene erogata con un massimale di 1.335,40 euro mensili. Se la retribuzione mensile è stata
• pari o inferiore a 1.227,55euro, la NASPI mensile sarà pari al 75% della retribuzione stessa.
• superiore a1.227,55 euro l’indennità sarà pari al 75% di 1.227,55 euro più il 25% della differenza tra la retribuzione mensile ed euro 1.227,55.
La NASPI è erogata per un periodo pari alla metà del periodo lavorato nei 4 anni precedenti alla risoluzione del rapporto di lavoro, fino ad un massimo di 24 mesi.

La domanda NASPI
Gli operatori del Patronato ACLI saranno a tua disposizione in tutte le fasi di presentazione della domanda NASPI. Trova la sede a te più vicina e prenota un appuntamento, ti aspettiamo!

Segnala la notizia Segnala questa notizia
Versione stampabile Versione stampabile
Iscrizione Mailing List Iscriviti alla mailing list