Pensioni
QUOTA 100 IN SCADENZA IL 31 DICEMBRE 2021: REQUISITI, CALCOLO E LIMITI
img

QUOTA 100 IN SCADENZA IL 31 DICEMBRE 2021: REQUISITI, CALCOLO E LIMITI

 

 L’anticipo pensionistico con Quota 100 cesserà il 31 dicembre 2021 e ad oggi non è previsto alcun rinnovo per il 2022. 

La misura, entrata in vigore nel 2019, prevede che per ottenerla siano necessari, sia per gli uomini che per le donne, 62 anni di età e 38 anni di contributi. Possono fare la domanda tutti i lavoratori, dipendenti del settore privato e pubblico, i lavoratori autonomi o parasubordinati, indipendentemente dalla gestione contributiva.  (per leggere tutto l’articolo clicca sul titolo)

Il requisito contributivo può essere raggiunto cumulando i contributi versati in gestioni diverse, fatta eccezione per quelli versati nelle casse dei liberi professionisti. 

La pensione Quota 100 potrà essere erogata trascorsi 3 mesi dalla maturazione dei requisiti e quindi vista la cessazione definitiva nel triennio, si ricorda che il diritto dovrà essere maturato entro e non oltre il 31 dicembre 2021. 

Una volta raggiunti i requisiti minimi richiesti e apertasi la finestra temporale, la possibilità di richiedere la pensione è sempre valida. 

Il calcolo è effettuato sulla base della posizione contributiva maturata e secondo le normali regole: non sono previste penalizzazioni o trattenute particolari. 

Quota 100 è una libera scelta, un’opportunità che comporta, essendo un’interruzione anticipata del rapporto lavorativo, un minore accantonamento dei contributi pensionistici. Dunque, a fronte di un minor versamento, ci sarà un importo minore di pensione. 

La prestazione è incompatibile con tutte le forme di lavoro. Infatti fino al compimento dell’età pensionabile, cioè 67 anni di età, la pensione Quota 100 non è cumulabile con i redditi da lavoro dipendente o autonomo, ad eccezione di quelli derivanti da lavoro autonomo occasionale, nel limite di 5.000 euro lordi annui. 

Una consulenza personalizzata
Gli operatori del Patronato ACLI sono a tua disposizione per una consulenza previdenziale personalizzata e per assisterti in tutte le fasi di presentazione della domanda di pensione, perché nulla va lasciato al caso.
Trova la sede più vicina nella tua provincia e contattaci via telefono o via mail,oppureprenota un appuntamento: ti aspettiamo! 

Segnala la notizia Segnala questa notizia
Versione stampabile Versione stampabile
Iscrizione Mailing List Iscriviti alla mailing list